venerdì 3 luglio 2009

Giusto o sbagliato?

Intanto e' una etichetta,una definizione
ma chi l'ha deciso?
e poi, cio' che e' giusto per me non e' giusto per te
e poi,adesso e' giusto, ma dopo?
vorre rimettere un po' in discussione alcune cose che leggiamo, magari su libri scritti centinaia di anni fa, e che prendiamo per verita' assolute, o alcune cose che sentiamo dire dalla maggioranza della gente, che senza riflettere le accettiamo
chi diceva che la verita' e' una bugia ripetuta tante volte? c'e' del vero
e poi,c'e' qualcosa che puo essere giustino, o sbagliatetto?se diamo troppo peso alle etichette rischiamo di perderci le sfumature
e poi,siamo in grado di ragionare con la propria testa, senza pregiudizi?ricevere l'informazione ed elaborare la nostra idea?io ringrazio sempre quando incontro qualcuno che non e' d'accordo con me, e' un dono
GIUSTO, NO?

6 commenti:

darksecretinside ha detto...

"se diamo troppo peso alle etichette rischiamo di perderci le sfumature"

Io sono tra quelle vittime di questa cosa...

Mentre ho sempre avuto una certa apertura mentale e nessun pregiudizio...(casomai faccio "perchè?", cerco di capire le dinamiche umane)

Ma non è sempre facile...anche perchè essendo stata troppe volte vittima altrui dell'ignorare le mie sfumature, mettendomi su bollini di ogni, poi, finisce che le visuali si restringono, ripagando tali soggetti con lo stesso pregiudizio che in seguito, scopri pure che tali considerazioni sono realtà oggettive...

Resta il fatto che ognuno è a suo modo, ognuno ha le sue verità...e vanno rispettate ed accettate, casomai se proprio non c'è affinità...si può sempre cambiare strada...Io adotto naturalmente questo sistema....e viva il mondo, viva la vita!

Un bacione!

lella ha detto...

credo ke nn ci sia un giusto o sbagliato.
Sono scelte secondo me molto soggettive e ki dice è giusto così o è sbagliato spesso è una persona ottusa mentalmente ,ke nn conosce la flessibilità.
E' bello poter esprimere la propria opinione e discuterla con altri ke hanno vedute differenti.
Nn tacere ,come spesso capita, x evitare di abbassarsi al livello di persone ke nn vogliono capire ke la libertà sta anke nel reputare ciò ke è giusto o sbagliato ,indipendentemente da ciò ke ci è stato insegnato x tradizione e nn x scelta.
Nn so se mi sono spiegata.......
un abbraccio
p.s.certoooooooo ke ti kiamo!L'avevo già pensato!
Lella

fresita ha detto...

je ne parle pas italien, mais j'aime la cuisine italiane
gros bisou

Guernica ha detto...

...mmm ok. LUNA io chiamo la neuro..tu tienilo fermo e buono!
Dagli un po' di pizza o caramelle auahahahahah ^_^

Miriam ha detto...

Spesso l'etichetta "giusto o sbagliato" viene decisa e attaccata alle situazioni secondo i propri comodi e sulla base di preconcetti duri come il granito! Francamente penso che le verità assolute possono vacillare ed è giusto mettere in dicussione un po' tutto, quello che non deve mancare è il rispetto e lo spazio democratico per discutere e confrontarsi reciprocamente....L'argomento mi tocca molto da vicino nella realtà, soprattutto in quest'ultimo periodo e concludo diversamente prendo fuoco...
Sarà giusto o sbagliato?
Mah! Chissà...

darksecretinside ha detto...

Andrea io e la Guerny siamo preoccupate per te!
muahauahuahauahauaaha

@Guernica...
basta che la neuro non la chiami lui per me e te!
uahauahuahaua